Ultima modifica: 6 novembre 2012

Salute / C.I.C.

Progetto “Educazione alla Salute”

Il Progetto “Educazione alla salute” si inserisce nelle attività di integrazione extracurricolare e di arricchimento dell’Offerta Formativa (area G del P.O.F. di Istituto “Ampliamento dell’offerta formativa” – sez. 2 “Progetti extracurricolari”).

Vi lavorano per l’anno scolastico in corso la prof.ssa ROSMARI’ MASPERO (referente), la prof.ssa MICHELA MARELLI, la prof.ssa NICOLETTA POZZI e la prof.ssa MARIANTONIA RESNATI .


Le FINALITA’ che il Progetto intende perseguire sono le seguenti:

  • Favorire il benessere psico-fisico degli studenti sia attraverso attività di prevenzione sia con l’ausilio di interventi su temi specifici
  • Garantire un supporto specialistico ad insegnanti e genitori
  • Promuovere nella scuola l’assunzione di responsabilità rispetto ai compiti di prevenzione educativa
  • Promuovere una diversa e migliore qualità della vita scolastica

 
La Commissione che si occupa del progetto propone – in collaborazione con professionisti ed associazioni operanti in psicologico e medico – incontri e servizi differenziati, in relazione ai bisogni e agli interessi di studenti, genitori e docenti.

Queste sono le iniziative che verranno attuate nel corso dell’anno scolastico:

SPORTELLO C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza)

Per tutti gli studenti del Liceo (nonché per i genitori e i docenti che ne facciano richiesta): lo sportello C.I.C. (Padiglione esterno, primo piano) sarà gestito – secondo le modalità e il calendario pubblicati anche sul sito del Liceo www.liceomeda.gov.it – dal Dr. DANIELE ROSAPANE , che sarà presente nell’Istituto indicativamente per 2 ore ogni 15 giorni.

INTERVENTO SUI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE – FONDAZIONE “MARIA BIANCA CORNO” DI MONZA

Per le classi prime L.S. e quarte ginnasio / seconde L.S. e quinte ginnasio / terze L.S. e prime L.C.: la scuola rappresenta il luogo principale in cui condurre interventi di prevenzione sui Disturbi del Comportamento Alimentare per la presenza di ragazzi la cui fascia di età è quella maggiormente esposta al rischio di esordio del disturbo. La Fondazione “Maria Bianca Corno” – che si avvale della collaborazione di psichiatri, psicologi ed educatori del Gruppo di Ricerca, specialisti che operano in Centri ed Aziende Ospedaliere – realizza percorsi di informazione sulla complessità multifattoriale che caratterizza tali patologie e sulle modalità attraverso cui riconoscerle ed affrontarle in fase precoce. Alle classi aderenti sarà distribuito prima dell’incontro (di 2 ore) un opuscolo informativo.

[www.fondazionemariabiancacorno.org]

INCONTRO SUL DISAGIO GIOVANILE CON I VOLONTARI DELL’ASSOCIAZIONE ANTES (ONLUS) DI AGRATE BRIANZA:

Per le classi seconde L.S. e quinte ginnasio / terze L.S. prime L.C. / quarte L.S. e seconde L.C.: scopo dell’intervento (2 ore) è fornire informazioni finalizzate a sollecitare l’attenzione sull’emarginazione sociale e ad attivare momenti di confronto con gli studenti per comprendere il fenomeno della tossicodipendenza come causa di emarginazione sociale. Verranno inoltre presentate esperienze nelle comunità, lavoro di strada con gli emarginati e programmi di reinserimento sociale.

[www.associazioneantes.it]

INTERVENTO DEI VOLONTARI DELLA CROCE BIANCA DI GIUSSANO

Per le classi terze L.S e prime L.C. / quarte L.S. e seconde L.C.: l’intervento (2 ore), oltre a proporre nozioni di base del primo soccorso – riconoscimento dell’emergenza/urgenza, allertamento dei soccorsi, atteggiamenti corretti da assumere ed errori da evitare in attesa dei soccorsi -, verterà nella seconda parte su esemplificazioni pratiche con il coinvolgimento degli studenti: svenimento, epistassi, ferite, ustioni; simulazioni di intervento su manichino/ragazzi; pratica con l’utilizzo del Kit Mini Anne per la rianimazione cardio-polmonare.

[cfr. materiale informativo]

INCONTRO CON I VOLONTARI DI A.B.I.O. (Associazione Bambino in Ospedale) BRIANZA – OSPEDALE S. GERARDO DI MONZA

Per le classi terze L.S. e prime L.C.: l’intervento (2 ore) si configura come un incontro informativo e formativo, volto ad offrire agli studenti un’occasione di riflessione non solo sul ruolo e sui compiti del Volontariato in un contesto ospedaliero di indirizzo pediatrico, ma anche sui modi e sulle forme in cui si può esprimere la dimensione di “cittadinanza attiva“, di cui il volontariato è sicuramente una delle espressioni più efficaci ed elevate.

[www.abiobrianza.org]

INCONTRO SULLA DONAZIONE DEL MIDOLLO OSSEO E DEL SANGUE

Per le classi quarte L.S. e seconde L.C. / quinte L.S. e terze L.C.: l’intervento sulle problematiche relative alla donazione del midollo osseo è proposto dall’ADMO (associazione donazione midollo osseo) LOMBARDIA; ad esso seguirà – nel corso della stessa mattinata per 2 ore complessive – l’incontro con i volontari dell’AVIS (associazione volontari italiani sangue).

[www.admolombardia.org www.avis.it]

INCONTRO SULLA DONAZIONE E I TRAPIANTI DI ORGANI

Per le classi quarte L.S. e seconde L.C. / quinte L.S. e terze L.C.: l’intervento (2 ore) – proposto dalla Commissione AIDO (associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule) / scuola – tratterà dell’importanza della donazione finalizzata al trapianto di organi con l’ausilio del DVD “Il valore della vita” e si concluderà con note di bioetica e considerazioni di carattere legislativo.

[www.aidosezionemonzaebrianza.it]

INCONTRO CON ESPERTI DELLA S.I.A. (SOCIETA’ ITALIANA DI ALCOLOGIA)

Per le classi quarte L.S. e seconde L.C. / quinte L.S. e terze L.C.: scopo dell’intervento (2 ore) è indurre i partecipanti a riflettere sulle pseudo gratificazioni connesse all’abuso di alcol, sui comportamenti da esso indotti e sulle relative ripercussioni a livello individuale e sociale.

INCONTRO DI PREVENZIONE ED INFORMAZIONE SULLE MALATTIE ONCOLOGICHE

Per le classi quinte L.S. e terze L.C.: l’intervento (2 ore) sarà organizzato dall’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) con i ricercatori dell’IFOM (Istituto di Oncologia Molecolare) sui temi degli sviluppi della ricerca in ambito oncologico, della diagnosi precoce e della prevenzione delle malattie tumorali attraverso corretti stili di vita.

[ www.scuola.airc.it ]

INTERVENTI DELLO PSICOLOGO NELLE CLASSI

Sono proposti nei mesi di gennaio e febbraio a tutte le classi seconde L.S. e quinte ginnasio / terze L.S. e prime L.C. / quarte L.S. e seconde L.C. della scuola secondo il calendario pubblicato sul sito.

LA MOTIVAZIONE SCOLASTICA: uno degli effetti della demotivazione scolastica che fa più riflettere i docenti e i genitori è la decisione di alcuni studenti di abbandonare il percorso di studi, nonostante gli aiuti messi a disposizione. Se talvolta questa decisione risulta proficua, altre volte, invece, lo studente si pente della scelta effettuata spesso in modo troppo impulsivo e improvviso. L’intervento si propone pertanto di garantire uno spazio di condivisione in cui gli alunni possano riflettere insieme sulle difficoltà nello studio e sugli aspetti che portano alla demotivazione e di fornire strategie efficaci per aumentare la motivazione nello studio e la soddisfazione personale.

I CONFLITTI INTERPERSONALI IN CLASSE: l’incontro vuole rappresentare un momento di condivisione e di confronto sulle dinamiche conflittuali che si possono instaurare in classe; ciò al fine di riflettere insieme sugli elementi che portano al conflitto e lo amplificano al punto da inibire la comunicazione delle proprie esigenze e dei propri bisogni all’altro

L’ANSIA DA PRESTAZIONE SCOLASTICA: l’intervento si propone di esplorare i vissuti dei ragazzi rispetto all’apprendimento scolastico, osservando insieme a loro la molteplicità delle cause connesse alla sintomatologia di tipo ansioso e le loro conseguenze emotive, cognitive, comportamentali e sociali. Attraverso il confronto e la discussione si cercherà di stimolare una maggiore consapevolezza e capacità critica da parte degli studenti verso queste problematiche

INNAMORAMENTO E SESSUALITA’: l’intervento dello psicologo – calibrato sulla base dell’età degli alunni, sul loro livello di conoscenza, sulle problematiche da loro riportate e sui loro vissuti emotivi – è volto a valorizzare l’educazione sessuale come un mezzo privilegiato per favorire la crescita armonica dell’individuo, per agevolare una maggior consapevolezza della propria crescita emotivo-corporea e per prevenire i comportamenti sessuali a rischio

IDENTITA’ DI GENERE: questo intervento si propone come una riflessione sul concetto di identità di genere a partire dalla rappresentazione che gli studenti hanno rispetto al maschile e al femminile. L’intento è di esplorare l’immaginario rappresentativo dei ragazzi e delle ragazze rispetto alle differenze individuali e di genere. Nell’incontro si cercherà di focalizzare l’attenzione sugli aspetti biologici e neuropsicologici, per osservare come questi si modulano e si integrano con gli aspetti socio-culturali. Un obiettivo di particolare interesse consiste nell’esplorare e poter mettere in discussione stereotipi e pregiudizi legati all’identità maschile e femminile.

INCONTRO PSICOLOGO-DOCENTI

Per tutti i docenti del Liceo: l’incontro dal titolo “La comunicazione con l’adolescente a scuola: gestione della conflittualità e percezione del malessere”, condotto dallo psicologo Dr. Daniele Rosapane, è previsto per il 15 dicembre, dalle ore 14.15 alle ore 16.15, nell’Aula Video dell’Istituto.

INCONTRO PSICOLOGO-GENITORI

Per tutti i genitori degli studenti del Liceo: l’incontro sintetizzerà i dati e gli elementi di maggior rilievo emersi durante l’attività di consulenza e gli incontri nelle classi svolti dal Dr. Daniele Rosapane nel corso dell’anno scolastico e si svolgerà sabato 26 maggio 2012 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 nell’Aula Magna dell’Istituto.

SOSTANZE PSICOTROPE – PREVENZIONE E INFORMAZIONE:

Per studenti, docenti, genitori: il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del Progetto EDU (cfr. www.drogaedu.it), ha approntato una brochure – direttamente visionabile e scaricabile cliccando sulla dicitura Strumenti informativi per una scuola senza droghe – per presentare alcuni materiali rivolti a docenti e genitori, che potranno farne uso per la propria formazione o insieme ai propri studenti/figli.

Nella brochure sono indicati anche links a siti che offrono ulteriori indicazioni di carattere formativo/informativo sull’uso e l’abuso di sostanze psicotrope. Tra questi vi segnaliamo:

•  www.droganograzie.it (specificamente rivolto ai più giovani)

•  www.drogaedu.it

•  www.drugfreedu.org

•  www.salute.gov.it

•  www.dronet.org

•  www.politicheantidroga.it

ALCOL E ADOLESCENZA:

Per studenti, docenti, genitori: il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Osservatorio Nazionale Alcol hanno realizzato diversi opuscoli informativi rivolti agli adolescenti, ai genitori e agli educatori, consultabili – unitamente ad altro materiale analogo – sul sito del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione alla Salute www.epicentro.iss.it/alcol/opuscoli.asp